Monitoraggio dei margini e dei costi nel settore dell’energia

Il mercato dell’Energia Elettrica in Italia ha subìto alcuni fortissimi cambiamenti negli ultimi anni, che ne hanno mutato fortemente le dinamiche. Basti ricordare il processo di liberalizzazione e i suoi impatti sulla struttura del mercato (numero di operatori presenti e politiche commerciali).

Molti operatori hanno già abbandonato il mercato, alcuni si trovano in forte difficoltà a causa delle penali, altri dovranno rivedere pesantemente il proprio modello di business e potrebbero non disporre dei requisiti tecnici e finanziari necessari a fronteggiare la crisi. Inoltre, la sempre più stringente regolamentazione sullo sbilanciamento ha prodotto serie difficoltà per molti operatori. Le società strutturate potranno, invece, sfruttare a proprio vantaggio le condizioni derivanti dal nuovo contesto.

Quali sono i pilastri per una strategia innovativa ed efficace?

  1. Sul fronte dei clienti finali
    1. Aumentare il portafoglio clienti attraverso offerte competitive con un buon impatto sui margini aziendali
    2. Ridurre lo switching
    3. Avere una strategia di pricing efficace che permetta un controllo del margine netto
  2. Sul fronte dei rapporti con gli organismi regolatori dei mercati: definire programmi di immissione e prelievo utilizzando le migliori stime, nel rispetto dei principi di diligenza, prudenza, perizia e previdenza.

Il calcolo del margine netto rappresenta un’elevata criticità e complessità (specie se si vuole arrivare ad avere un margine per cliente o singolo POD).

  • I costi di acquisto sono orari e si formano giornalmente nei diversi mercati elettrici con una discreta volatilità
  • I prezzi di vendita sono spesso proposti ai clienti con modelli di offerta non sempre speculari all’andamento dei mercati di acquisto
  • I «costi passanti» hanno un peso molto elevato, dell’ordine del 90% dei ricavi fatturati. In alcuni casi l’importo di tali costi non è facilmente determinabile ed è necessario stimarli sulla base di elementi insufficienti, come nel caso dei costi di sbilanciamento
  • Non sempre i tempi di arrivo delle fatture sono coerenti con i tempi richiesti dal controllo
  • Il controllo della correttezza degli importi dei «costi passanti» (es. Terna, e-distribuzione) è spesso complesso, ma è opportuno visto che in alcuni casi sono errati

Monitoraggio dei margini e dei costi tramite il servizio Nestore

Nestore® è il motore digitale d’intelligenza artificiale sviluppato da Eviso e distribuito in esclusiva da SCS Consulting, che permette di esplicitare e quantificare costi operativi nidificati e assistere il controllo di gestione aziendale.

Nestore è fondamentale per ridefinire la pricing strategy dei propri prodotti, identificando le soluzioni contrattuali migliori per l’azienda (e per il cliente), al fine di massimizzare il margine commerciale derivante dal commercio di energia elettrica.

Nestore permette il controllo di fatture, tracciamento dei costi e margini commerciali, monitoraggio dei clienti e dei relativi contratti ma soprattutto la simulazione delle condizioni contrattuali per la massimizzazione dei margini netti.

Link per scaricare la presentazione.

Per approfondimenti: Valerio Pancaldi Resp. Mercato Utilities (Cell. 3357854113)

v.pancaldi@scsconsulting.it 

 

 

X
Questo sito usa i cookie per offrirti la migliore esperienza possibile. Procedendo con la navigazione sul sito o scrollando la pagina, accetti implicitamente l'utilizzo dei cookie sul tuo dispositivo. Informativa sull'utilizzo dei cookie Accetto